Il fotografo dell'accoglienza

Si chiama Alessio Vissani, è di Foligno e ha seguito l'associazione Save the dogs al confine con l'Ucraina

Un diario per fermare su carta storie di accoglienza e solidarietà; una macchina fotografica, per dare un volto, a quelle storie. Incontriamo Alessio Vissani nel suo studio di Foligno. E' qui che ci mostra le immagini del reportage fotografico realizzato al confine fra Ucraina e Romania al seguito dell'associazione Save the dogs. Nel campo di accoglienza allestito nell'area più a sud del paese arrivano i profughi dall'area di Odessa.