Vivo bene nel mio corpo

Dopo due anni di stop è tornato il progetto di ippoterapia per gli studenti con disabilità dell'Istituto Cavallotti di Città di Castello

La si può chiamare ippoterapia, ma il termine è riduttivo perché questa esperienza è solo uno dei tasselli del più ampio quadro, rappresentato dal progetto VIVO BENE NEL MIO CORPO, un'iniziativa dell'International campus Patrizi-Baldelli-Cavallotti di Città di Castello. Undici studenti con disabilità motorie sono accompagnati dai docenti, dai gestori del maneggio e dagli assistenti delle cooperative coinvolte, in questo percorso di autoconsapevolezza: i ragazzi imparano a valorizzare gesti ed emozioni, condividendole con gli altri. Per due anni il covid aveva imposto lo stop a questa attività molto importante per questi ragazzi. La ripresa - finalmente - è avvenuta a primavera inoltrata, e si è conclusa con la consegna degli attestati di partecipazione. Un'altra esperienza da condividere.
Appuntamento a settembre.  

di Lorenzo Materazzini