Critica la situazione del fiume Paglia

La nostra ricognizione delle aree che stanno maggiormente soffrendo la siccità ci porta nell'orvietano

Il Paglia è un corso d'acqua che per la sua natura torrentizia fa registrare un'escursione di portata estremamente significativa a seconda della stagione. In inverno la portata può raggiungere i mille metri cubi al secondo, causando anche alluvioni come quella del 2012 ad Orvieto scalo. D'estate si scende a poche decine di metri cubi al secondo. Ma raramente si era vista un'estate con così poca acqua. In diversi tratti si può tranquillamente passeggiare sul letto del fiume, quasi completamente in secca, così come la rete di piccoli affluenti. Difficile ipotizzare che nuove precipitazioni possano mitigare gli effetti di una delle primavere meno piovose di sempre, durante la quale le piogge sono calate della metà rispetto alla media del periodo. Nel servizio di Riccardo Milletti l'intervsita a  FABRIZIO SUGARONI del CONSORZIO BONIFICA VAL DI PAGLIA