Lo sport per tutti

Fino al 24 luglio prosegue Spoleto'N fun, iniziativa sostenuta dall'Ufficio Scolastico Regionale, alla quale partecipano molti ragazzi con varie disabilità. Quando lo sport diventa inclusivo.

Tra un calcio al pallone e un tuffo, si pratica l'inclusività. Spoleto'N fun, il parco acquatico gonfiabile allestito nello stadio della città, fino al 24 luglio, ha aperto le porte a un gruppo di oltre 50 ragazzi con vari tipi di disabilità, che gratuitamente hanno fruito delle attività per un'intera giornata. Uscire dall'isolamento grazie al gioco si può. Questo il senso dell'iniziativa, supportata dall'ufficio scolastico regionale. Da un'idea nata tre anni fa che il Covid non aveva permesso di realizzare, è sorto il parco divertimenti, con 12 gonfiabili e scivoli acquatici, tensostrutture per il fitness e spettacoli serali. Una festa d'estate che non dimentica l'impegno sociale. Nei fine settimana vengono organizzati convegni e seminari in collaborazione con varie associazioni. Come Plastica 2020, composta da donne che hanno affrontato tramite il fitness un percorso di recupero dopo il tumore.

Nel servizio, le voci di Mauro Esposito, dell'Ufficio Scolastico Regionale, e Andrea Duranti, Organizzatore di Spoleto'N Fun