Il turismo trainato da eventi e festival

Bilancio di mezza estate. Per Federalberghi le presenze sono in leggero calo, ma è prevista una ripresa ad agosto.

I dati provvisori sul turismo in Umbria segnalano un calo moderato delle presenze di luglio rispetto al 2021, e ciò nonostante il ritorno dei grandi eventi, che a livello di numeri hanno fatto la loro parte. A incidere sul trend complessivo sono probabilmente le alte temperature, che spingono verso altre destinazioni. Stanno invece avendo un buon riscontro le località lacustri (come il Trasimeno e Piediluco), ma anche la Valnerina, ricca di attività naturalistiche. Ci sono, secondo Simone Fittuccia, presidente Federalberghi Umbria, tutte le premesse per una risalita generale delle presenze nel mese di agosto.

Guarda il servizio di Alessandro Catanzaro