Caso Suarez: rinvio a giudizio per gli ex vertici dell'Università per stranieri

Il presunto esame farsa di lingua italiana sostenuto dal calciatore Luis Suarez all'Università per stranieri di Perugia: sono stati rinviati a giudizio gli ex vertici dell'Ateneo, prosciolto invece l'avvocato della Juve


Rinviati a giudizio l'ex rettrice dell'Università per stranieri Giuliana Grego Bolli, l'ex direttore generale Simone Olivieri e la professoressa Stefania Spina. Prosciolta l'avvocata della Juventus Maria Cesarina Turco. La decisione del gup Natalia Giubilei ricalca in pieno le richieste della procura e chiude l'udienza preliminare sul presunto esame farsa di lingua italiana sostenuto dal calciatore Luis Suarez a Perugia il 17 settembre 2020.
Falso e rivelazione di segreto d'ufficio le accuse a carico dei tre imputati che avrebbero rivelato in anticipo al calciatore uruguaiano gli argomenti della prova orale e istituito una sessione d'esame ad hoc, in piena pandemia, per agevolare la Juventus che voleva acquistare il centravanti, a patto che ottenesse la cittadinanza italiana. Quest'ultima contestazione, in particolare, che in un primo momento vedeva l'avvocata Turco coinvolta come istigatrice, viene respinta dagli avvocati difensori

L'esaminatore di Suarez, il professor Lorenzo Rocca, aveva già patteggiato un anno di reclusione con la sospensione della pena. La Juventus esce di scena dal procedimento principale ma andranno definite, dopo la sentenza di primo grado come prevede la legge, le posizioni dell'ex dirigente bianconero Fabio Paratici e dell'avvocato del club Luigi Chiappero: sentiti come persone informate sui fatti avrebbero mentito ai pm e per questo sono indagati per falsa testimonianza.

Nel servizio di Riccardo Milletti l'intervista all'avvocato Francesco Falcinelli difensore di Simone Olivieri.