Operazione alghe

Sono cominciate le operazioni di taglio e raccolta delle alghe al Trasimeno: Problemi alla navigazione e cattivi odori: la siccità ha acuito il fenomeno


Sono cominciate le operazioni di taglio e raccolta delle alghe al Trasimeno. Sul lungolago di Passignano al lavoro i mezzi di Busitalia, che si è vista affidare i lavori dopo che l'Unione dei comuni del Trasimeno non ha firmato il contratto con la ditta che si era aggiudicata il bando da 180mila euro perché non disponeva dei mezzi adeguati. Le alghe, oltre a complicare l'uscita delle imbarcazioni dalle darsene e la navigazione, si accumulano a riva causando un odore nauseabondo. Un fenomeno aggravato dalla siccità. 
Operai e trattori al lavoro anche a Castiglione del lago, per liberare la spiaggia e non compromettere una stagione turistica partita sotto i migliori auspici

Vincoli e burocrazia. Questi i temi che animano il dibattito politico oltre, ovviamente, alla necessità di risorse economiche adeguate. I dragaggi, attesi da anni, sono bloccati in attesa del necessario parere favorevole della soprintendenza. Con fatica si stanno programmando i lavori di manutenzione dei canali che portano acqua al lago. Mai come quest'anno il complesso intreccio di norme che regola il parco del Trasimeno si è dimostrato inadeguato a far fronte alle reali necessità di un lago dove vivere e lavorare sta diventando sempre più complicato. 

Nel servizio di Riccardo Milletti l'intervista a Matteo Burico sindaco di Castiglione del lago.