Perugia-Ancona, a sei anni dall'inaugurazione la strada non è ancora terminata

Disagi per gli automobilisti che vogliono raggiungere l'Adriatico. Nel tratto fra Valfabbrica e Casacastalda si viaggia ad una corsia soltanto

Traffico e rallentamenti che nelle ore di punta diventano code interminabili. Per chi in questo periodo sceglie l'Adriatico per una giornata in spiaggia o una vacanza, muoversi da Perugia verso Ancona può diventare un problema serio. La strada statale 318 è stata inaugurata da sei anni, ma da allora nel tratto fra Valfabbrica e Casacastalda si viaggia ad una corsia soltanto. I lavori per il raddoppio sono partiti a novembre 2020 mentre nel febbraio scorso sono iniziati gli scavi della seconda canna della galleria Casacastalda, la più lunga delle due previste nei 3,7 chilometri del nuovo tracciato. I lavori dovrebbero terminare a maggio 2024, secondo Anas, ma nonostante i turni serrati la consegna dell'opera slitterà quasi certamente. E intanto, si viaggia spesso a rilento, soprattutto nei giorni di maggior traffico estivo come i fine settimana.

Di sicuro, invece, a ottobre chiuderà la strada statale 452 della Contessa che da Gubbio porta verso Fano, una delle arterie principali del turismo umbro verso l'Adriatico. La galleria e il viadotto hanno bisogno di pesanti interventi di ripristino strutturale per i quali occorrerà bloccare il traffico.

Per l'inverno sarà un grosso problema, ma già ora i disagi sono pesanti. Si viaggi a senso unico alternato con traffico regolato da un semaforo o, nel fine settimana, da addetti Anas che cercano di gestire la coda, a volte lunghissima, che si forma negli orari di punta al mattino e alla sera.

di Massimo Solani