Perdite fino all'80 per cento per la grandine

Dopo mesi di siccità a danneggiare le coltivazioni è arrivata la perturbazione di martedì che ha colpito in particolare Spoletino e Ternano

La grandine caduta martedì ha raso al suolo intere colture a Spoleto e a Terni. Raccolti già dimezzati da una stagione eccezionalmente siccitosa. E' caduta così tanta grandine da sfondare reti protettive e tetti, senza però nutrire la terra ancora crepata dal sole. Passata la tempesta, restano solo ortaggi e frutti trafitti e spaccati dai chicchi. E piante ferite che impiegheranno anni a guarire. Fondamentale, per le prossime stagioni, sarà creare invasi per immagazzinare acqua. per la grandine, invece, oltre alle assicurazioni, nel prossimo Psr, sarà indispensabile introdurre protezioni alle colture come nell'Italia Settentrionale.

Il servizio di Dario Tomassini con le interviste all'imprenditrice agricola Serena Cappuccino e a Domenico Proietti di Coldiretti Spoleto