"Carcere fuori controllo"

La denuncia del sindacato Sappe dopo la morte di un detenuto che si era ferito in cella e l'ennesima aggressione a un agente

Avrebbe finito di scontare la pena tra un anno il detenuto che dopo essersi ferito in cella, nel carcere di Terni, è morto in ospedale. Un episodio che si aggiunge all'ennesima aggressione a un agente di polizia penitenziaria e che ha portato il sindacato Sappe a denunciare nuovamente la situazione “esplosiva” all'interno della casa circondariale di Vocabolo Sabbione. Sullo sfondo il sovraffollamento e le carenze di organico. Al momento sono 515 i detenuti, ben oltre la capienza massima, e all'appello mancano 34 agenti sui 241 previsti.