Ternana, esordio amaro ad Ascoli

Finisce 2-1 e la squadra di Lucarelli torna in Umbria masticando amaro per una partita buttata via nella parte centrale del primo tempo subendo due reti in appena 18 minuti

La Ternana ricomincia da dove aveva finito e alla prima di serie B sbatte contro l'Ascoli esattamente come aveva fatto nell'ultima dello scorso campionato. Finisce 2-1 e la squadra di Lucarelli torna in Umbria masticando amaro per una partita buttata via nella parte centrale del primo tempo subendo due reti in appena 18 minuti da Botteghin e Collocolo su altrettanti calci d'angolo e vanificando così un buon inizio in cui era andata vicina al vantaggio con Partipilo e Donnarumma. Per raddrizzare il risultato non basta un secondo tempo in crescita e il primo gol in rossoverde dell'ultimo arrivato Andrea Favilli. Buona, ma tardiva, la reazione delle Fere. Ancora una volta sotto osservazione la fase difensiva rossoverde, disastrosa la passata stagione a fronte di un attacco fra i migliori della cadetteria, e con già cinque gol al passivo fra Coppa Italia e prima di campionato. Restano le buone notizie in una serata comunque negativa. Le migliori, senza dubbio, la prestazione di Favilli, subentrato a Donnarumma fermato da un problema muscolare a fine primo tempo, e il rientro di Cesar Falletti a 6 mesi dall'infortunio al ginocchio.
di Massimo Solani