Nanni Moretti al Postmodernissimo per Las Leonas

Il regista è tornato per la quarta volta. L'occasione è stata la presentazione del film-documentario da lui prodotto

C'è Elvira, ecuadoriana, in Italia da 22 anni e ancora senza permesso di soggiorno. Siham, origini marocchine, anche lei donna delle pulizie. poi ci sono Vania, Melisa e Ana. Donne immigrate che in Italia lavorano come colf o badanti. Le loro storie si intrecciano su un campo di calcio a Roma, dove si disputa il trofeo Las Leonas. Tra un fischio d'inizio, un dribbling e un goal emergono le vite private delle protagoniste, le loro sofferenze, speranze, i loro sogni, le loro aspettative, lì dove l'erba delimitata dalle righe bianche diventa il loro spazio di libertà, lotta e riscatto sociale.

Un film-documentario prodotto da Nanni Moretti che è tornato, per la quarta volta, al cinema Postmodernissimo di Perugia per la presentazione. Un legame -ci spiega- ormai consolidato.

Nel servizio di Alessandro Buscemi le interviste a Nanni Moretti e alle registe Chiara Bondì e Isabel Achaval.