Studenti, caro affitti

Aumentano i canoni di affitto per gli studenti universitari a Perugia. 230 euro in media per una stanza singola. San Pietro ed Elce le zone più richieste

Duecento trenta euro, in media, per una stanza singola, 120 per una doppia. A pochi giorni dalla ripartenza delle lezioni universitarie Perugia torna a popolarsi di studenti, con il mercato immobiliare che già da luglio ha ripreso a marciare a pieno regime dopo i due anni di emergenza Covid che hanno in buona pare svuotato le aule e i luoghi dello studio. Mercato che stando alle elaborazioni del sito specializzato immobiliare.it segna tutti numeri "+", tanto nell'andamento dei prezzi quanto in quello della richiesta. Che si orienta sempre più verso la ricerca di stanze singole. A farla da padrone le zone del centro, da San Pietro a Elce, ma anche aree più periferiche ma vicine alle facoltà, come San Sisto. Ad aumentare la richiesta, e quindi i prezzi, anche il calo dei posti letti nelle residenze universitarie. Diminuiti Fra Perugia di quasi il 40% rispetto al pre pandemia, segnala l'unione degli studenti Sinistra Universitaria.

In una ricerca che allora diventa sempre più complicata, e cara, torna fondamentale il ruolo di intermediazione delle agenzie immobiliari. Laddove infatti prima si andava a caccia fra gli annunci, sulle bacheche, i giornali specializzati o i social, oggi sono sempre più gli studenti e i proprietari che si rivolgono ai professionisti. Per comodità e per sicurezza.


Un cambio di abitudini legato anche all'emersione dal "nero" che per decenni ha caratterizzato il mercato degli affitti studenteschi. Oggi, infatti, conviene affittare con regolare contratto e apporfittare così dei vantaggi fiscali della cedolare secca.  

Nel servizio di Massimo Solani le interviste a Lorenzo Mazzola Responsabile Diritto allo Studio Udu-SU e Giuseppe Marchionne Presidente Uppi Perugia.