Capodanno Rai. "L'anno che verrà" comincerà ancora dall'Umbria.

Per la seconda volta di fila la nostra regione ospiterà la diretta


E' ufficiale: "L'anno che verrà" comincerà ancora dall'Umbria. Per la seconda volta la nostra regione ospiterà la diretta Rai per salutare l'anno nuovo, in onda in prima serata su Rai Uno la sera di San Silvestro. Una patnership che vede coinvolti Regione Umbria e comune di Perugia. Dopo le acciaierie di Terni, infatti, quest'anno il conto alla rovescia partirà nel cuore del capoluogo umbro, in piazza IV Novembre. Tanti artisti, musica, spettacolo, luci e il meglio della produzione della rete ammiraglia Rai: questi gli ingredienti del successo dell'ormai tradizionale appuntamento con L'anno che verrà, condotto da Amadeus.
L'anno scorso l'edizione alle acciaierie ha accompagnato sei milioni di italiani nel brindisi di mezzanotte, ma ha dovuto anche subire i contraccolpi della pandemia, rischiando addirittura il rinvio. Alla fine la trasmissione è andata in onda senza problemi, ma davanti a un pubblico dal vivo ridimensionato.
Per il bis perugino si preannuncia un'edizione in grande stile, con allestimento di un maxi palco e la maggiore sicurezza di un evento all'aria aperta. 
Una macchina organizzativa enorme per una manciata di ore di diretta: maestranze, macchinisti e troupe saranno nel capoluogo di regione per la logistica e l'organizzazione già dall'inizio del mese di dicembre. Ricadute sul territorio, dunque, sia dal punto di vista economico, che in termini di visibilità e valorizzazione per tutto il territorio regionale.