Accoltellamento in centro, cuoco torna in libertà

Obbligo di firma ma niente carcere per il dipendente del locale di Perugia che ha ferito il titolare: "Non voleva rinnovare il contratto"

E' tornato in libertà stamattina, dopo l'interrogatorio di convalida in carcere, il 44enne cuoco marocchino che ieri sera ha accoltellato il suo datore di lavoro, all'interno di un ristorante di via della Luna, una traversa di corso Vannucci.
E' accusato di lesioni gravissime; il giudice ha disposto l'obbligo di firma per tre volte alla settimana.
Il cuoco ha detto di aver reagito male alla notizia che il suo contratto di lavoro non sarebbe stato rinnovato.
L'aggressione è avvenuta all'interno della cucina del locale, il ristoratore ha riportato gravi ferite ma non è mai stato in pericolo di vita. 

Il servizio di Riccardo Milletti