Arresto convalidato per la 41enne di terni accusata di aver tentato di uccidere il compagno

La donna si è avvalsa della facoltà di non rispondere


Assistita dall'avvocato Alessio Pressi non ha risposto alle domande del gip la 41enne arrestata dai carabinieri di Terni con l'accusa di tentato omicidio per l'accoltellamento del compagno, un 42enne ternano, all'interno del loro appartamento in centro città, nella tarda serata di lunedì. Il gip Barbara di Giovannantonio ha convalidato l'arresto. La donna, marchigiana da tempo residente a terni, resta quindi nel carcere di Sabbione. Il suo legale sta valutando richiesta di riesame per ottenere gli arresti domiciliari e il conseguente trasferimento in una comunità di recupero. La 41enne è infatti nota come tossicodipendente alle forze dell'ordine e - sostiene il suo legale - probabilmente anche a causa della regolare assunzione di droga, ha ricordi molto vaghi di quanto accaduto intorno alla mezzanotte di lunedì. Le indagini dei carabinieri sembrano confermare che all'interno dell'appartamento di via Pacinotti non ci fossero altre persone oltre a lei e al compagno, ferito gravemente alla schiena da una coltellata che ha colpito anche un rene. L'uomo si trova ancora ricoverato nell'ospedale santa Maria, ma le sue condizioni sono in graduale miglioramento.

Il servizio di Riccardo Milletti.