Luci a led sui monumenti

Sono iniziati i lavori di installazione dell'illuminazione al led per valorizzare monumenti risparmiando sui costi energetici. Un progetto dal costo di 340 mila euro finanziato attraverso i fondi europei dell'agenda urbana

Una nuova e moderna illuminazione al led per migliorare la fruizione delle opere d'arte che arricchiscono la città e dare un contributo importante per l'efficientamento energetico. Sono iniziati a Spoleto i lavori per la sostituzione degli impianti di illuminazione dei monumenti cittadini e delle opere d'arte esposte in centro. Partiti dall'arco di Druso, gli interventi interesseranno i anche le cosiddette "Sculture in città", ossia le opere che abbelliscono il centro storico e che facevano parte della mostra organizzata da Giovanni Carandente nel 1962, in occasione del quinto Festival dei Due Mondi. Un progetto, dal costo di 340 mila euro finanziato attraverso i fondi europei dell'agenda urbana, che permetterà di valorizzare adeguatamente monumenti e istallazioni risparmiando significativamente in termini di energia elettrica. Gli interventi di efficientamento energetico previsti riguarderanno anche la Chiesa dei SS. Giovanni e Paolo, , piazza del Duomo e via dell'Arringo, la facciate del Duomo e il campanile, l'abside della Basilica di S. Eufemia, il Teatro Cai o Melisso e Palazzo Collicola. I lavori, secondo le previsioni, dovrebbero concludersi entro i primi del 2023. Nel servizio l'intervista al sindaco di Spoleto Andrea Sisti.
di Massimo Solani