Il peso delle multinazionali nel panorama umbro

Se l'Umbria è una delle regioni italiane con la minor presenza di multinazionali, il loro peso sull'economia regionale è tuttavia rilevante, sia sul fronte del fatturato che su quello dell'occupazione. Lo rivela un report di Confindustria

Le 400 imprese a controllo estero attive nella regione pesano 4,6 miliardi di euro, pari a quasi il 13 per cento del fatturato complessivo delle aziende umbre. È quanto emerge dal report sull'impatto economico, ambientale e sociale della presenza delle multinazionali estere sul territorio regionale, redatto dall'Osservatorio dell'Advisory Board Investitori Esteri, gruppo tecnico di Confindustria, presentato allo stabilimento Nestlè Perugina.
In Umbria sono presenti solo cinque grandi multinazionali; un numero esiguo, eppure il loro contributo in termini di creazione di ricchezza è significativo: producono infatti l'8,25% del valore aggiunto, pari a 802 milioni di euro e danno lavoro a oltre 11.500 addetti.

di Monica Tasciotti