Rigopiano: "Le vittime si potevano salvare"

Si chiude il primo giorno di udienze. In aula anche la mamma di Alessandro Riccetti, il giovane ternano tra le vittime del crollo

Sono attese per l'udienza di domani le richieste dei pm per la tragedia di Rigopiano.

Oggi si è aperto a Pescara il processo con la parola all'accusa. La tesi è che le vittime si sarebbero potute salvare ma qualcosa si è inceppato nella macchina dei soccorsi.

In aula anche il Comitato dei familiari delle vittime. Tra loro c'era Antonella Pastorelli Riccetti, la mamma di Alessandro, ternano morto nel crollo del resort dopo la valanga.

La sentiamo nel servizio di Roberta Mancinelli, insieme alle voci di Paola Ferretti e Gianluca Tanda del Comitato familiari vittime di Rigopiano