"Troppa competizione, mi sentivo sotto pressione"

La testimonianza di una ginnasta in cura nel Centro diurno di Todi per i disturbi alimentari

Sulla ribalta delle cronache nazionali i casi di giovani atlete che soffrono di disturbi alimentari.

L'ossessione della performance perfetta, spesso indotta, è causa di malattie come l'anoressia.

Nel servizio di Giulia Monaldi la testimonianza di una ginnasta in cura al Centro diurno di Todi e il commento di Laura Dalla Ragione, psichiatra e direttrice della Rete disturbi alimentari Usl Umbria 1