Rifugiati al lavoro nelle aziende umbre

Prende il via anche in Umbria "Welcome - Working for Refugee Integration". Un tavolo tecnico in Confindustria è stato il primo passo per l'avvio di questo ambizioso progetto

Prende il via anche in Umbria "Welcome - Working for Refugee Integration". Un tavolo tecnico in Confindustria è stato il primo passo per l'avvio di questo ambizioso progetto (promosso dall'Associazione italiana per la direzione del personale insieme all'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati), che punta a favorire l'inserimento lavorativo delle persone rifugiate all'interno delle realtà aziendali del territorio. I soggetti fin qui coinvolti provengono soprattutto dall'Africa subsahariana e dal subcontinente indiano. Nel corso dell'ultimo anno, però, per via dei noti eventi internazionali, gli arrivi più massicci sono stati quelli da Afghanistan e Ucraina. Ora, in ogni caso, tocca alla nostra regione. Le premesse sono positive. Nel servizio le interviste a Andrea De Bonis, Protection Associate UNHCR, e ad Anna Anchino, presidente Aidp Umbria.
di Alessandro Catanzaro