I maestri della fionda

Gualdo Tadino si candida a diventare capitale della disciplina. La città allestirà a breve il centro federale FIGEST di tiro con fionda

C'è uno sport, nobile e antico, che ha il suo centro nevralgico ai piedi dell'appennino umbro, a Gualdo Tadino. Si tratta della fionda, disciplina che trae il suo successo da queste parti dal fatto di essere da tempo inserita tra gli appuntamenti clou dei sentitissimi Giochi de le Porte. Per via di questa tradizione, il primo mondiale di fionda si è svolto proprio qui a Gualdo, nel 2018. Quattro anni dopo, è stata la volta del campionato italiano. Poche settimane fa, al Palazzetto Luzi, i rappresentanti del gruppo sportivo locale hanno fatto incetta di premi, ottenendo il primo e il terzo posto sia nella gara individuale, sia in quella a squadre. Come ciliegina sulla torta, in città è in allestimento il Centro federale Figest di tiro con la fionda. Un impianto che si candida a diventare punto di riferimento a livello nazionale e non solo. In tutto ciò, Gualdo è infatti sede europea della World Slingshot Association, l'organizzazione mondiale di tiro con la fionda. In attesa di costruire mattone dopo mattone questo ambizioso obiettivo, si punta a far crescere i campioni di domani.

Nel servizio di Alessandro Catanzaro, le interviste ad Alessandro Lilli e Robert Shahini, rispettivamente campione italiano e campione italiano a squadre, e Marco Brunetti, Presidente della World Slingshot Assiociation.