La prima della classe contro la seconda

La grande pallavolo fa tappa al Pala Barton dove nel pomeriggio la sfida al vertice della Superlega, tra la Sir Susa Perugia e gli eterni rivali dell'Itas Trentino, promette spettacolo e scintille

Prima contro seconda. La grande pallavolo fa tappa indiscutibilmente al Pala Barton dove la sfida al vertice della Superlega, tra la Sir Susa Perugia e gli eterni rivali dell'Itas Trentino, è un appuntamento che promette spettacolo e scintille. Non c'è una favorita, nonostante i block devils siano primi a punteggio pieno e puntino a mantenere immacolato il proprio percorso. Trento è infatti un avversario di altissima caratura, che i bianconeri ritroveranno a breve anche in Brasile al mondiale per club. Leon tornerà titolare, i campioni del mondo Giannelli e Russo ci saranno dal primo minuto, così come il grande colpo del mercato Semeniuk e il martello lussemburghese Riclicky e con Flavio favorito su Solè. A completare lo starting seven il sempreverde Colaci libero. Ma dall'altra parte della rete la squadra di coach Lorenzetti può contare su elementi del calibro di Michieletti, Sbertoli e Lavia, anche loro campioni del mondo con la maglia azzurra, a cui si aggiungono un volto noto come Podrascanin e un fenomeno come Kazinsky. In sostanza il gota del volley mondiale. Si comincia alle 16.30, con diretta su Raisport e collegamento nel tg delle 19.35, previsto il sold out, porte aperte al Pala Barton già due ore prima del fischio d'inizio. L'attesa del popolo sirmaniaco è spasmodica. Nel servizio l'Intervista all'allenatore della Sir Andrea Anastasi.
di Luca Pisinicca