Maximilian Eder, avviate le procedure per l'estradizione

L'ex tenente-colonnello tedesco si trova rinchiuso nel carcere perugino di Capanne. Entro la prossima settimana potrebbe essere riportato in Germania

E' rinchiuso nel carcere perugino di Capanne, Maximilian Eder, l'ex ufficiale delle forze speciali tedesche arrestato mercoledì in un albergo di Ponte San Giovanni, periferia di Perugia. Le procedure per l'estradizione in Germania sono state avviate, e già all'inizio della prossima settimana il 64enne potrebbe essere trasferito nel paese di origine. Saranno le autorità tedesche ad accertare con esattezza il ruolo e il peso di Eder all'interno dell'organizzazione terroristica, anche attraverso l'analisi del materiale informatico e dei documenti sequestrati dalla Digos di Perugia. Per l'accusa, l'ex tenente-colonnello farebbe parte del gruppo di estrema destra “I cittadini del Reich”, che secondo quanto accertato fin qui stava progettando un assalto al parlamento per rovesciare il governo di Berlino. Sono in tutto 25 le persone arrestate tra Germania, Austria e Italia. L'ex ufficiale, da una settimana alloggiava in un albergo della periferia di Perugia: è qui che avrebbe iniziato a pianificare come reclutare uomini e reperire armi. Le indagini dovranno far chiarezza sul perché Eder si trovasse a Perugia e su eventuali collegamenti con con figure dell'estrema destra italiana.

Servizio di Alessandro Buscemi