Una cena per mettersi in gioco

Il lavoro, un passo in avanti verso l'inclusione. Camerieri per una cena speciale: è l'esperienza promossa dall'associazione Persone Down

Una cena per mettersi in gioco, camerieri con la sindrome di down che dimostrano le loro capacità. Hanno bisogno che la società creda in loro. Tante persone adulte con sindrome di down  sarebbero in grado di lavorare, ma ancora troppo poche sono quelle che ci riescono, eppure per loro è una gioia, una gratificazione importante, il lavoro è il primo passo verso una reale inclusione. 
Le persone down hanno voglia e necessità di crescere e realizzarsi, le difficoltà si superano. E allora una cena è molto piu' di una cena, diventa la grande occasione di farsi conoscere per guadagnare il posto che di diritto spetta loro nella società. Nel servizio le interviste a Ferdinando Valloni dell' associazione persone down e ad Andrea Bovenzi dell'Associazione Mastrangeli Rieducazione Balbuzie.
di Giulia Monaldi
,