Bene l'occupazione in Umbria

Secondo il report Excelsior, realizzato da Unioncamere, in questo mese di dicembre, rispetto allo stesso mese del 2021, si assiste ad una crescita delle assunzioni del 17,5 per cento

Bene l'occupazione delle imprese umbre, non tirano venti di stagnazione, secondo il report  Excelsior, realizzato da Unioncamere con l'Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (Anpal). In questo mese di dicembre, rispetto allo stesso mese del 2021, si assiste nella regione ad una crescita delle richieste di assunzioni da parte delle imprese del 17,5 per cento, in controtendenza con il dato nazionale  fermo a - 6,9. Performance che pone l'Umbria in vetta al centroitalia e tra le prime a livello nazionale. Assunzioni previste a dicembre 3900, mentre nel trimestre dicembre 2022-febbraio 2023 14mila e 540. Colpo di reni delle aziende umbre, nel recupero post pandemia. cercano una via di crescita, innalzando i livelli di innovazione. I settori: a fronte di un manifatturiero che stenta un po', buoni i servizi di alloggio, ristorazione e turistici, quelli alle imprese e nelle costruzioni. In definitiva tutti segni piu', tranne il manifatturiero. Il quadro si fa meno allegro, se si considera il trimestre dicembre-febbraio, ma la situazione è molto meno negativa di quello che si poteva temere. Figure professionali piu' richieste: cuochi, camerieri, altri servizi turistici, operai specializzati nell'edilizia, commessi e i conduttori di mezzi di trasporto.
di Giulia Monaldi