Il Perugia si rialza

Vittoria convincente al Curi, 2-1, contro il Venezia. Doppietta di Lisi. Ma la classifica resta un problema

15 minuti per riprendersi il Perugia, dove non era titolare da settembre, e per incidere in modo determinante sul posticipo del Curi. Francesco Lisi è il grande protagonista del successo sul Venezia. Dopo appena 8 minuti s'inventa con la complicità di Candela il cross che s'infila beffardamente alle spalle dell'estremo veneto. Un po' di fortuna, e il Perugia si ritrova in vantaggio, che nel giro di poco si trasforma in raddoppio. Sempre Lisi, questa volta dalla lunga distanza, con un'esecuzione strepitosa, che non lascia scampo all'estremo avversario: 2-0 e risultato blindato da Gori sulla conclusione ravvicinata di Cernigoi. Ad inizio ripresa Grifo vicino al tris con Luperini, anche lui rilanciato dal primo minuto da Castori, che ruba palla a Ceccaroni, ma trova sulla sua strada Joronen. Il Venezia prova a scuotersi a metà ripresa, prima con Cernigoi, poi con una grande chance di Pohjanpalo, che sottomisura fallisce il bersaglio. Decisiva anche la deviazione di Gori. Pericolo scampato e Grifo vicino al terzo gol, con un bel tiro a giro di Bartolomei che chiama Joronen alla parata plastica. Nel finale Olivieri assistito da Di Serio sfiora l'angolino; a trovarlo invece nel recupero è Pohjanpalo, quasi in sforbiciata dal limite dell'area. Rete convalidata dopo qualche buon minuto di consulto col Var. Rete che non cambia la sostanza delle cose. Il Perugia torna al successo, tre punti che gli consentono di restare aggrappato al treno salvezza.

Nel servizio di Luca Pisinicca, montaggio di Paolo Canestri, l'intervista all'eroe della serata, Francesco Lisi.