Morto in cantiere, sulla sicurezza indaga la procura

L'operaio deceduto sul colpo mentre lavorava sul nuovo metanodotto di Benano, frazione di Orvieto

Sarà la procura di Terni a decidere se disporre l'autopsia sul corpo dell'operaio di 36 anni morto ieri nel cantiere per i lavori sul metanodotto a Benano di Orvieto. Indagati, come atto dovuto, il datore di lavoro e i responsabili del cantiere. Vanno individuate eventuali responsabilità tra società appaltatrice e quelle subappaltatrici sull'eventuale mancato rispetto delle norme, relativo in particolare all'obbligo di transenne a perimetro del cantiere e all'uso dei dispositivi di protezione individuale.

Il servizio di Massimo Solani