Solo pochi comuni sfruttano i fondi europei

Dall'indagine di Anci e Consiglio delle Autonomie Locali emerge che solo tre amministrazioni hanno un ufficio dedicato alla progettazione europea

Solo 3 comuni su 92, Gubbio, Foligno e Perugia, hanno un ufficio dedicato alla progettazione europea e solo 8 dispongono di personale qualificato. Proprio la carenza di personale formato è il motivo principale della scarsa partecipazione dei comuni umbri ai bandi di finanziamento europei. E' quanto emerge dall'indagine condotta da Anci Umbria e Cal, il Consiglio delle Autonomie Locali dell'Umbria. Circa 7 milioni di euro saranno destinati a invertire questa tendenza.

Nel servizio di Moncia Tasciotti le interviste a Francesca Mele, presidente Cal e sindaca di Marsciano, e Moreno Landrini, vicepresidente vicario Anci e sindaco di Spello