Individuato presunto piromane

Sarebbe responsabile di almeno due incendi dolosi, ma si cerca di collegarlo ad altri episodi di danneggiamenti ad abitazioni e uffici

Sette incendi e un allagamento in pochi mesi tra il centro storico e la prima periferia di Perugia. Troppi per essere considerati eventi colposi e per non scatenare il panico tra i residenti. Tanto che la Squadra Mobile del capoluogo ha voluto vederci chiaro, passando ore a scansionare i filmati delle telecamere di videosorveglianza di condomini e uffici, nei quali sono scoppiati roghi, in alcuni casi attentando alla vita delle persone. Mettendo insieme le registrazioni e alcune testimonianze, gli agenti hanno individuato un uomo di 47 anni, che sarebbe responsabile di almeno due episodi. L'allagamento di un palazzo in via Tilli e l'incendio di un altro condominio, in via Briganti. Il presunto Piromane sarebbe stato notato da alcuni residenti nella zona di via Guerra, dove la scorsa settimana sono scoppiati altri due roghi. Ora è stato denunciato all'autorità giudiziaria con le accuse di danneggiamento aggravato e incendio doloso. Ma la squadra mobile continua ad indagare per capire se, dietro agli altri sei episodi anomali, ci sia sempre la sua mano.