Spoleto in festa per San Ponziano

Nell'omelia monsignor Boccardo ha messo all'indice superficialità e indifferenza. Non sono mancati riferimenti all'attualità politica cittadina

Spoleto celebra, come ogni 14 gennaio, la festa liturgica del patrono San Ponziano. La cerimonia, che quest’anno è ricompresa nei festeggiamenti per l’825esimo anniversario della dedicazione della cattedrale, ha avuto inizio con la consueta e suggestiva processione dei parroci della diocesi dal palazzo arcivescovile al Duomo. Monsignor Renato Boccardo ha celebrato messa di fronte alle autorità civili e militari (assente il sindaco Sisti per un’indisposizione) e a una basilica gremita di fedeli. 

Nell’omelia, l’arcivescovo cita don Milani e si scaglia contro la piaghe della superficialità e dell’indifferenza, definita quest’ultima “l’ateismo del cuore”.

Non sono mancati poi passaggi sull’attualità politica cittadina, come quello riferito alla questione ospedale.

 Il servizio di Alessandro Catanzaro con le parole di monsignor Renato Boccardo