Confronto e proteste

Cinque ore il consiglio comunale aperto sul futuro del San Matteo degli Infermi. Fuori le proteste delle associazioni contro la creazione del terzo polo

Oltre 300 manifestanti, cinque ore di consiglio comunale aperto con 200 persone registrate. Decine di interventi di associazioni, partiti e semplici cittadini. Spoleto si è mobilitata contro il depotenziamento del suo ospedale, in seguito alla creazione del cosiddetto "Terzo polo sanitario", con Foligno, previsto dal piano sanitario regionale. I rappresentanti del territorio chiedono con forza che la Regione mantenga la promessa: quella che alla fine della pandemia tutti i servizi del San Matteo degli Infermi, trasformato in covid hospital, sarebbero stati ripristinati. Ma chiedono soprattutto di riequilibrare le funzioni tra i due ospedali.