Drammatico salto nel vuoto

Precipitato nel vuoto per cinque metri mentre stava pulendo i vetri in un palazzo. Così è morto Roberto Raspati, un lavoratore di 56 anni, a San Mariano di Corciano

Roberto Raspati, 56 anni, dipendente di una ditta di pulizie di magione, ha perso la vita mentre stava pulendo le vetrate di un condominio del quartiere girasole, a San Mariano di Corciano. L'uomo, 56 anni, residente a monte del lago e padre di famiglia, stava lavorando dall'interno del palazzo su una piccola scala ed è caduto da una finestra da un'altezza di cinque metri, nel cortile interno. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte dei sanitari del 118, allertati da alcuni residenti che hanno udito un forte colpo e delle urla. L'incidente è avvenuto in tarda mattinata. L'uomo potrebbe aver perso l'equilibrio precipitando dalla finestra ma saranno le indagini della polizia di Perugia e dell'ispettorato del lavoro della Usl Umbria uno a chiarire la dinamica della caduta e ad accertare se Roberto Raspati stesse lavorando in sicurezza. "Sempre gentile, disponibile verso gli altri e innamorato del posto in cui viveva - così lo ricorda il sindaco di magione giacomo chiodini sui social.
di Riccardo Milletti