Effetto Cartabia

Dopo la riforma, negli uffici giudiziari umbri è corsa contro il tempo per evitare archiviazioni e scarcerazioni. Le direttive del procuratore Cantone

Senza querela di parte niente indagini, anche per reati che fino a una settimana fa provocavano d'ufficio l'apertura di un fascicolo da parte dei pm: ora le vittime per ipotesi come furti, truffe, frode informatiche, violenza privata e sequestro di persona (e altro) dovranno presentare una specifica denuncia, perfino in caso di arresto in flagranza. Lo prevede la riforma Cartabia e il procuratore Cantone ha già. Per i procedimenti con detenuti, caso estremo, entro il 18 gennaio l'autorità giudiziaria dovrà avvisare la vittima del reato della necessità di formalizzare la querela, in assenza di misure cautelari l'iniziativa spetta alla persona offesa se vuole evitare l'evitare l'archiviazione. Nella prima direttiva ,il procuratore richiama l'attenzione sulle modalità di documentazione degli atti di polizia giudiziaria. In particolare della registrazione video, o almeno audio, degli interrogatori nei  verbali di sommarie informazioni. Nel servizio l'intervista a Marco Angelini, Presidente Camera Penale di Perugia.
di Andrea Rossini, montaggio di Francesco Saito