Agenzia delle entrate, scatta la protesta a Perugia e Terni

A manifestare unitariamente 5 sigle sindacali. Si chiede il recupero dei fondi del salario accessorio

Anche in Umbria protestano i lavoratori e le lavoratrici del fisco, a Perugia con un presidio davanti al palazzo di via Canali e a Terni in via Bramante. A seguire un'assemblea in collegamento con Terni dal front office territoriale. A manifestare unitariamente 5 sigle sindacali: Fp-Cgil, Cisl-Fp, Uilpa, Confsal Unsa e Flp. Si chiede il recupero dei fondi del salario accessorio, una cifra davvero non simbolica per chi è impiegato nell'Agenzia delle entrate e nell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Circa 4.000 euro medi pro capite ogni anno, che fanno una grande differenza, I sindacati chiedono di rivedere il meccanismo normativo che rende indisponibili risorse già a bilancio.

Nel servizio di Giulia Monaldi, le interviste a Paola Scaramazza della Fp-Cgil, Anna Fiorentino dell'Unsa e Giuliano Puletti della Flp Umbria.