Nel Vallese

Elicottero caduto sul Petit Combin, le autorità svizzere aprono due inchieste

L'incidente ha provocato tre morti e tre feriti. In quota il vento era moderato al momento dello schianto

Elicottero caduto sul Petit Combin, le autorità svizzere aprono due inchieste
Police cantonale
La scena dell'incidente

Le inchieste aperte sono due. Una del Service suisse d’enquête de sécurité, per cercare di determinare le cause dell'incidente che ieri nel Vallese ha provocato tre morti e tre feriti. L’altra, penale, è affidata al pubblico ministero della Confederazione, competente in materia di incidenti aerei, in collaborazione con Fedpol e con la Polizia cantonale vallesana. L'elicottero della compagnia Air-Glaciers, con a bordo il pilota, una guida e quattro clienti, in una giornata di vento moderato durante un’uscita di eliski si è schiantato su quello che doveva essere il punto di atterraggio, vicino alla vetta del Petit Combin che culmina a 3.668 metri d'altitudine, rotolando lungo la parete Nord. 

Le autorità vallesane non hanno ancora diffuso dettagli sull’identità delle persone coinvolte, si sa solo che il pilota dell’elicottero è un cittadino svizzero. Per l’incidente la compagnia aerea si è detta “profondamente addolorata e colpita” 

Intanto prosegue l’identificazione delle vittime della valanga di Zermatt di lunedì scorso. Oltre al 15enne statunitense, sono stati formalmente identificati un uomo svizzero di 58 anni e una donna canadese di 25. 

Risulta invece ancora disperso un uomo di 30 anni. Tutto lascia presagire - precisa la Polizia Cantonale del Vallese in una nota- che l'uomo sia stato travolto dalla valanga.

Una quinta persona coinvolta si è salvata, seppur restando gravemente ferita; è un ventenne svizzero.

.