Elicottero caduto nel Vallese, il bilancio è di tre morti e tre feriti

L'incidente nella zona del Petit Combin. È il terzo episodio nella regione in poco più di un mese

Elicottero caduto nel Vallese, il bilancio è di tre morti e tre feriti
Police cantonale
La scena dell'incidente

È di tre morti e tre feriti il bilancio dell'incidente in elicottero avvenuto nella mattina di martedì 2 aprile, sulla parete Nord del Petit Combin, tra le valli di Entremont e di Bagnes. Lo ha comunicato la Polizia del Canton vallese.

Verso le 9:30, un elicottero di categoria B3 - tra i più moderni, versatili e veloci - si è schiantato sulla pista d'atterraggio della montagna dove sarebbe dovuto atterrare per fare scendere guida e clienti, nel corso di un volo adibito all'eliski. Giunto sulla vetta che culmina a 3.668 metri, il mezzo è scivolato lungo la parete Nord, per cause che verranno accertate da un'apposita inchiesta.

Oltre al pilota, il velivolo era occupato da una guida alpina e dai suoi quattro clienti. Sul posto, sono intervenuti sette elicotteri: tre di Air Glaciers, altrettanti di Air Zermatt e uno della Guardia aerea svizzera di soccorso Rega (acronimo derivante ai nomi in tedesco “Schweizerische Rettungsflugwacht”, francese “Garde Aérienne suisse de sauvetage” e italiano “Guardia Aerea svizzera di soccorso”) che hanno rapidamente preso in carico i primi due feriti, subito elitrasportati all'ospedale svizzero di Sion prima di soccorrere anche la terza persona ferita. Per gli altri tre occupanti del velivolo non c'è stato purtroppo niente da fare.

Organo statale responsabile di indagini negli incidenti nel trasporto marittimo, ferroviario e aereo che si verificano in territorio svizzero, il “Service suisse d’enquête de sécurité” ha aperto un'inchiesta per determinare le cause dell'incidente , mentre il pubblico ministero della Confederazione - competente in materia di incidente aereo - è responsabile dell'inchiesta penale in collaborazione con Fedpol e con la Polizia cantonale vallesana.

Si tratta del terzo incidente del genere nel giro di poche settimane in Vallese, dopo quello verificatosi a metà febbraio nella Valle di Anniviers e a metà marzo, nei pressi di Vétroz.

Di seguito, il servizio di Eloisa Moretti Clementi, con il montaggio di Ilaria Frosini.