Valle d'Aosta
    18 Gennaio 2022 Aggiornato alle 23:32
    Salute

    Covid: sette in rianimazione all'ospedale Parini. Sei sono non vaccinati

    Aumentati i posti per le prime dosi nelle sedi vaccinali. I valdostani potranno prenotare la somministrazione anche in altre sei regioni
    di Loredana Pianta, montaggio di Claudio Sciulli

    Un decesso e sette persone in terapia intensiva al Parini. Continua ad aggravarsi la pressione sull'unico ospedale della regione, che con questi numeri sarebbe già in arancione, con tre in più in rosso.

    Dei 58 ricoverati positivi al coronavirus, la maggior parte non sono vaccinati, compresi sei su sette in rianimazione. Almeno otto non hanno sintomi Covid. Sfuggirebbero quindi al conteggio dei ricoveri causati dal virus, se si decidesse di cambiare le modalità di registrazione dei casi come richiesto da molte regioni, compresa la Valle d'Aosta. Una soluzione che avrebbe un impatto sul cambio di colore e sulle conseguenti restrizioni.

    La regione si attrezza per far fronte alla nuova richiesta di vaccini, conseguente all'obbligo per gli over 50: sono stati aumentati i posti disponibili per la prima dose nelle sedi di Pollein-Grand Place, Chatillon e Donnas. Sono in totale 2068. La prenotazione avviene sempre tramite il portale di Poste Italiane. 

    Un'altra novità è che i residenti in Valle d'Aosta potranno prenotare il vaccino anche in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Marche, Sardegna e Sicilia. Stesso discorso per chi abita in queste sei regioni: potrà ricevere la somministrazione in Valle. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Salute