Contro il progetto di una nuova area commerciale

A Villeneuve un gruppo di negozianti del borgo, appoggiati da Confcommercio VdA, insorge contro la delibera comunale

Appuntamento lunedì 25 marzo mattina in Municipio a Villeneuve con il sindaco Bruno Jocallaz. E chissà se l'incontro basterà a rasserenare gli animi di quegli esercenti che temono di essere danneggiati dal progetto commerciale votato a stragrande maggioranza dal Consiglio comunale, con una sola astensione.

In località Champagne infatti, sono previsti nuovi negozi. Con delibera adottata il 20 febbraio scorso, il Comune ha approvato una variante non sostanziale al piano regolatore per “il recupero dei fabbricati esistenti con la contestuale creazione di una struttura con destinazione commerciale non superiore ai 1.500 metri quadrati”. Dovrebbe accogliere una pluralità di attività commerciali e artigianali diventando - si legge sulla delibera - "un polo commerciale di rilievo inercomunale, con ricadute positive sul tessuto economico-sociale del comune di Villeneuve e di quelli vicini.

Non la pensa così il gruppo dei commercianti del borgo che, sostenuto da Confcommercio VdA chiede sia all’Amministrazione comunale sia alla Regione di salvaguardare le attività esistenti.