Al Forte di Bard

Fino al 24 aprile la mostra "Fotografare il Parco"

In esposizione gli scatti vincitori del concorso internazionale che ha visto oltre 380 partecipanti

Fugaci momenti di vita del mondo alpino immortalati negli scatti esposti alle Scuderie del Forte di Bard fino al 24 aprile. Sono le fotografie, tra le oltre 2700 presentate, che hanno ricevuto un riconoscimento nell'ambito della diciasettesima edizione del concorso internazionale "Fotografare il Parco", organizzato dai Parchi nazionali di Gran Paradiso, Stelvio, Abruzzo, Lazio e Molise e da quello francese della Vanoise. Oltre 380 i fotografi partecipanti. Internazionale il podio dei vincitori assoluti, con lo spagnolo Pepe Badia Marrero sul gradino più alto, per essere riuscito ad immortalare una vespa cartonaia nel suo nido intenta a bere una goccia d'acqua. Secondo posto per il valdostano Davide Glarey, con un ritratto nascosto di allocchi, ricoperti dalla neve, affacciati alla cavità di un albero. In terza posizione il francese Jean Luc Viart, con un gioco di nubi ai piedi della piramide dell'Aiguille Doran. Il valdostano Giacomo Crudo si è invece classificato terzo nella categoria "fauna selvatica".
 

Alla presentazione della mostra fotografica c'era anche il neo-presidente dal Parco Nazionale Gran Paradiso Mauro Durbano, che tra gli obiettivi del proprio mandato, ha annunciato l'intenzione di riorganizzare gli uffici dell'ente