Giuliana Sgrena: "Difendiamo la libertà di tutte le donne"

La giornalista ha partecipato a un incontro pubblico a Bard per parlare di diritti civili. 19 anni fa fu sequestrata in Iraq

I fili della vita possono legare persone distanti per cultura, lingua, esperienze personali. Tra questi fili c'è il comune desiderio di libertà. Un'aspirazione cruciale per chi, come Giuliana Sgrena, ha vissuto il dramma della prigionia. Una ferita che non si rimargina facilmente.

Essere liberi significa anche esprimere i propri desideri. In molti paesi del mondo è proprio questa libertà a essere negata, soprattutto alle bambine e alle ragazze. Giuliana Sgrena ne ha incontrate tante: sono donne che lottano per autodeterminarsi nonostante le difficoltà.

Per alcune donne musulmane portare il velo è un modo per esprimere la propria identità. Altre rivendicano il diritto di non indossarlo. È soprattutto il contesto a dare un significato a questo segno esteriore. L'idea di libertà non è univoca nemmeno nel mondo globalizzato.

L'intervista a Giuliana Sgrena