La "sentinella" della neve a Champorcher

Felice Vallainc, ex skiman delle nazionali azzurre di biathlon e fondo, dagli anni Novanta è il riferimento nel paese del Centro funzionale regionale, a cui invia giornalmente le rilevazioni sul manto nevoso nel periodo invernale

Felice Vallainc è a Champorcher la “sentinella” del Centro funzionale regionale, che gestisce il sistema di allerta meteo. Ce n'è una in ogni Comune di montagna e, insieme alle stazioni sul territorio, sono la fonte dati per il bollettino quotidiano.

Tra le sette e le otto del mattino, da novembre e maggio, misura lo spessore del manto nevoso, il peso (importante per la determinazione del rischio valanghe), la temperatura, la visibilità. I dati vengono inseriti in un modulo trasmesso via Telegram al Centro.

Vallainc, un passato da fondista del Centro sportivo esercito e poi, tra le altre cose, da skiman della nazionale di biathlon e fondo, svolge il compito di sentinella meteo dagli anni Novanta. Aveva cominciato a farlo per il servizio Meteomont dei militari a La Thuile, e contestualmente trasmetteva i dati anche alla Regione. Poi aveva proseguito nel '96 da Champorcher.

Un'importante memoria per la storia delle precipitazioni in questi luoghi. Nella stagione 2022-2023 i giorni di neve sono stati 21 e i centimetri caduti 128; nel 2008-2009 erano stati rispettivamente 49 e 610, un confronto che dà la misura di come sia cambiato il clima.