La Via Crucis

Le 14 stazioni di Barbara Tutino

La "Via della croce" affonda le sue origini nella pietà popolare verso il Cristo e si è sviluppata fra il 12esimo e il 15esimo secolo per ricordare la sofferenza di Cristo nella salita verso il Golgota

Barbara Tutino ha dato forma e vita alla sua “Via Crucis”, ispirandosi e frugando nella cinematografia degli ultimi 50 anni. Dal “Gesù di Nazareth” di Zeffirelli al “Vangelo secondo Matteo” di Pasolini. Poi dopo un paio di giorni di riflessione, scelta la base su cui dipingere, delle tavole di legno, via al lavoro, quasi di getto, con una velocità che le ha permesso di terminare l'opera in meno di 10 giorni.