Un progetto di promozione partecipata, avviato nel 2020

L'Unité Grand Paradis dà 'valore alla natura'

Con fondi delle politiche di coesione territoriale, una strategia di marketing turistico per sostenere piccoli e grandi realtà di montagna

Un progetto di promozione partecipata avviato nel 2020. Sei comuni di montagna coinvolti e un portafoglio complessivo di 500mila euro.

E' questo l'identikit di "Gran Paradiso - Dai valore alla natura", inserito nella strategia nazionale aree interne e sostenuto da fondi per la coesione territoriale.

Primo passo obbligatorio, l'elaborazione di un piano di azione per il marketing, preso atto dei punti di forza e di debolezza di ciascun territorio.

Anche il video che promuove attività culturali e sportive, peculiarità enogastronomiche e paesaggistiche, fa parte della strategia. Protagonista un visitatore alieno, in viaggio sulla Terra.

Mentre l'extraterrestre verde si fa influencer sui social più seguiti, l'unité Gran Paradis cambia la propria immagine, all'insegna della destagionalizzazione. E sposta il focus dai Comuni più noti, in testa Cogne, per valorizzare i più piccoli.

A Saint-Nicolas, il punto informativo ha debuttato nell'estate del 2020, in piena pandemia, per proseguire anno dopo anno. Ed è previsto anche per i mesi di luglio e agosto 2024.

Per i turisti, dépliant e mappe del territorio, con informazioni su sentieristica a piedi e in bicicletta. Oltre alle indicazioni su tutte le attrazioni regionali nel loro insieme.

Nell'estate 2022, durante la mostra ‘Adieu des glaciers’ al Forte di Bard, una foto di ciascun comune coinvolto nel progetto è stata esposta: protagonista il Gran Paradiso.

Nel servizio, le interviste a Danielle Olmi, funzionaria dell'Unité, e Marlène Domaine, sindaca di Saint-Nicolas.