Pasqua di maltempo

In Valle precipitazioni intense fino a lunedì. Aperti tutti i principali comprensori, ancora neve sopra i 1800 metri

Un'ondata di maltempo sta investendo la Valle d'Aosta e le regioni transfrontaliere. Particolarmente critica la situazione in Savoia e in Alta Savoia: sull'Aiguille du Midi si sono registrate raffiche di vento fino a 176 chilometri orari.

Sempre a causa del vento, sul versante francese 1700 persone sono rimaste senza luce e la linea ferroviaria Chamonix - Saint - Gervais è stata interrotta dopo la caduta di alcuni alberi. Il rischio valanghe è 3 marcato e gli impianti di risalita dell'Alta Savoia gli impianti sono stati chiusi.

Più tranquilla la situazione sul lato italiano. A Courmayeur la funivia e le seggiovie funzionano regolarmente.

In Valle d'Aosta si scia in tutti i principali comprensori, a parte le chiusure di singoli impianti. In quello del Monte Rosa è fermo il Funifor Passo dei Salati - Punta Indren, punto di partenza per il fuori pista, a causa del rischio valanghe. A Cervinia sono fermi il collegamento con Zermatt e la funivia Cime Bianche - Plateau Rosa. A Pila gli impianti Couis 1 e Couis 2 sono stati chiusi a causa del vento; a La Thuile il collegamento internazionale del Piccolo San Bernardo chiuderà anticipatamente alle 14.

Oggi sono previste nevicate sopra i 1800 metri e precipitazioni intense sui settori meridionali e orientali della Valle. Fino a stasera, è segnalata una criticità gialla in Bassa Valle: le piogge, potrebbero innescare cadute di massi o l'esondazione di torrenti secondari.

Per la giornata di Pasqua sono previste precipitazioni diffuse e altra neve in montagna. Il maltempo dovrebbe attenuarsi a partire dalla mattinata di lunedì con schiarite nel pomeriggio di Pasquetta.