Le reazioni della giunta dopo la sospensione delle gare a Cervinia

"Pronti a rilanciare il nostro impegno"

In attesa della decisione ufficiale della Fis, Regione al lavoro per un risarcimento sportivo. Ma non sarà La Thuile

Un momento difficile per la riorganizzazione dei calendari internazionali, con l'annullamento di 21 gare e le incognite climatiche. Così la giunta regionale ricostruisce il contesto in cui è maturata la decisione, che per tempi e modalità ha colto di sorpresa il governo valdostano, di sospendere la Zermatt Cervinia Speed Opening.

L'allestimento della competizione ha comunque avuto importanti ricadute mondiali, ha detto il presidente della Regione Renzo Testolin a margine della conferenza stampa di giunta. 
L'amministrazione conferma dunque il suo impegno con la federazione e rilancia per ottenere un risarcimento sportivo. 

Nel servizio,  le interviste all'assessore a Turismo e Sport Giulio Grosjacques e al presidente Testolin.