Risorse idriche

Arpa, raddoppiato lo stock di acqua nella neve

Sembra scongiurato lo stato siccitoso delle ultime estati. Buone notizie per i ghiacciai, ma il cambiamento climatico rimane in atto

Cento milioni di metri cubi di acqua, quasi il 10% delle riserve della Valle d'Aosta, in un solo weekend. Le nevicate di sabato 2 e domenica 3 marzo sono state una boccata d'ossigeno per i comprensori sciistici, ma soprattutto per dighe e bacini idrici, dopo due anni di grave siccità. Con le ultime precipitazioni e quelle in arrivo, sembra infatti scongiurato lo stato siccitoso registrato nelle ultime estati. Ma il cambiamento climatico è una realtà in atto, confermata anche da questi fenomeni estremi, spiega l'Arpa.

Fino a poche settimane fa si parlava di deficit idrico, situazione invertita grazie alle ultime precipitazioni e quelle attese. Buone le prospettive anche per la produzione di energia elettrica e l'agricoltura.

Intervista a Paolo Pogliotti, geologo dell'Arpa Valle d'Aosta