"Guardiamo a riforma con molta attenzione"

Testolin su ddl Autonomia: "Specificità dei territori transfrontalieri e di montagna"

Il presidente della Regione, in audizione in Commissione Affari costituzionali, ha ribadito l'importanza delle prerogative statutarie contenute in Costituzione

“Guardiamo con attenzione a questa riforma, che potrebbe permetterci di valorizzare la nostra autonomia speciale”. Questo un passaggio dell’intervento di Renzo Testolin, presidente della Regione Valle D'Aosta, in Commissione Affari costituzionali della Camera dove sono in corso le audizioni sull'Autonomia differenziata. Testolin ha insistito sul fatto che un  cambiamento delle regole deve salvaguardare e valorizzare l’autonomia speciale della Regione. “Non vorrei che il parallelismo dell'ordinamento attuale con  un'autonomia differenziata possa incidere negativamente sul nostro stato dell'arte, andando ad annichilire e a limitare le prerogative statutarie delle nostre Regioni, che discendono direttamente dalla Costituzione e che hanno una dignità e un rango che non bisogna sottovalutare".

“Chiediamo attenzione ai territori transfrontalieri e di montagna” ha aggiunto il presidente della Regione. "Sono specifiche realtà dove bisogna cercare di ridurre divari" proprio come accade nei "casi di insularità", "L'obiettivo - ha concluso Testolin - è “evitare di di cadere nel depotenziamento di quello che è previsto dalla Costituzione”.