Si partirà con La Thuile-Valgrisenche

Tour du Rutor 2024: una gara che ripercorrerà la sua storia

Le condizioni di innevamento permetteranno di tracciare tre tappe di livello tecnico altissimo

C'è l'emozione di sempre, c'è la storia che fa capolino. C'è anche l'orgoglio del territorio. Il Tour du Rutor, torna sui percorsi della prima edizione del 1933. A La Thuile, sede della partenza della prima tappa verso Valgrisenche, l'organizzatore Marco Camandona racconta una gara - unica italiana della Grande Course di scialpinismo - che quest'anno ravviva gli antichi fasti, grazie a un buon innevamento che permetterà una tracciatura e molto tecnica. Prima tappa il 22 marzo da La Thuile a Valgrisenche, lunga e con grande dislivello verso il ghiacciaio e la vetta del Rutor. Seconda tappa nel territorio di Valgrisa con tre salite e un tratto alpinistico.
Gran finale domenica 24 marzo con partenza e arrivo a Planaval, nel comune di Arvier. Tra i partecipanti ci saranno Nadir Maguet, François Cazzanelli, Noemi Junod e Clizia Vallet, atleti molto legati al Rutor e al club Corrado gex che organizza la gara.