Teatro Splendor, in scena "Tu mi fai girar (come fossi una bambola)"

La pièce teatrale celebra la femminilità e le sue tante sfaccettature. La prima assoluta è in programma venerdì 15 marzo ad Aosta

“Non ti accorgi quando piango? Quando sono triste e stanca?”. Sono i versi della celebre canzone di Patty Pravo a introdurci in un mondo tutto al femminile.  A popolarlo ci sono donne eccezionali, non di plastica, ma vive e in grado di esprimere la loro interiorità.

Lo spettacolo - al Teatro Splendor di Aosta, venerdì 15 marzo - è una prima assoluta, frutto di una lunga gestazione: prima le prove al Centro nazionale della danza a Parigi, poi il perfezionamento nella sala polivalente di Arvier e alla Cittadella dei giovani di Aosta. Il risultato è un intreccio tra recitazione, brani musicali e coreografie.

Perfino la Barbie sale sul palcoscenico per sfidare i pregiudizi: “non sono non un archetipo da cancellare - ci dice - né un oggetto su cui posare lo sguardo maschile”. Grazie al teatro, lo stereotipo si trasforma in uno strumento di emancipazione e nel simbolo di valori condivisi.

Le interviste a: Marco Chenevier, autore e danzatore; Alessia Pinto, coreografa e danzatrice.